sahaja yoga sicilia go to home
spacer HOME spacer Cos'è Sahaja Yoga spacer Il sistema sottile spacer Shri Mataji spacer Benefici di Sahaja Yoga spacer I nostri corsi spacer
spacer
 
:: Sahaja Yoga in Sicilia, la storia
 
polizzi generosa
In Sicilia i primi sahaja yogi nasceranno in un paesino di montagna, Polizzi, la "polis" per antonomasia dell'antica valle di Atena, le cui rocce si sono stratificate seguendo il movimento a spirale della Kundalini.

Era l'estate del 1981, quando tre sahaja yogi, tra i cinque in quel momento presenti in Italia, incrociavano le loro strade una sera, "per caso", in cima alle Madonie.

Magia dell'Inconscio! Shri Mataji non era ancora venuta nel nostro Paese, solo tre sahaja yogi svizzeri praticavano Sahaja Yoga in Italia e due sahaja yogini, provenienti dall'Inghilterra, si trovavano in Sicilia in vacanza. Shri Mataji non ha potuto gettare per caso i suoi primi semi su questa terra di straordinaria bellezza e così ricca di creatività e di arte!


LA DEA NEL MEDITERRANEO

Nell'area del Mediterraneo la Dea Kundalini, la nostra Madre spirituale che sa tutto di noi, che ci nutre, che aspetta silenziosamente l'ora del risveglio per darci la seconda nascita, sembra essere parte integrante di un tessuto culturale che affonda le sue radici in tempi molto lontani. Quando l'uomo imparò ad allevare animali e coltivare la terra, cominciò a cogliere l'analogia esistente tra i ritmi ricorrenti delle stagioni e della terra e quelli delle nascite; si trovò al centro tra un "prima" e un "dopo"; conquistò la dimensione dell'eterno divenire: nascere, crescere, morire, rinascere.

demetra
L'uomo scoprì così il principio femminile come origine di tutte le cose. La Dea Madre divenne l'unica depositaria del potere della fecondità e della evoluzione, la sorgente di tutte le vite: delle piante, degli animali, degli uomini. Ma in realtà, a livello sottile, potrebbe essere stata proprio questa Energia Primordiale, Madre dell'Universo, a fare scoccare la scintilla che ha forgiato nelle coscienze degli uomini l'archetipo della Madre.

In Sicilia la straordinaria fertilità della terra e la prevalenza della vita campestre fecero fiorire ben presto il culto della Dea Madre che i Greci chiamarono Demetra e i Romani Cerere, a cui si aggiunsero, provenienti dal Medio Oriente, i culti di Iside e Cibele. Con l'avvento del Cristianesimo il principio divino femminile riemerge con forza nella coscienza collettiva manifestandosi nel culto di Maria, vista come sorgente di purezza, di protezione, di amore materno.

monte pellegrino palermo
A Palermo l'archetipo della Madre riaffiora nella fervida devozione popolare che aleggia intorno alla montagna che domina e caratterizza la città: Monte Pellegrino, noto per il culto in onore di S. Rosalia, pare che sia stato considerato "sacro" da sempre.

Nel corso dei secoli popoli di provenienza diversa vi hanno riconosciuto la dimora di una Ninfa, di Astarte, di Atena, di Tanit, di Iside-Minerva, dell'Immacolata e infine della patrona di Palermo. Ma forse questa montagna possente e magnetica, che a chi viene dal mare suggerisce l'immagine atavica di una grande Dea sorta dagli abissi, porta in sè una memoria più sottile, la memoria indelebile dell'Energia Primordiale che, nei millenni, è stata ispiratrice di tanta sacralità.
 
spacer spacer spacer  
2011 © Associazione Sahaja Yoga Sicilia - cortile Gesù e Maria 1, Palermo - info@sahajayogasicilia.it
spacer