sahaja yoga sicilia go to home
spacer HOME spacer Cos'è Sahaja Yoga spacer Il sistema sottile spacer Shri Mataji spacer Benefici di Sahaja Yoga spacer I nostri corsi spacer
spacer
 
:: Il sistema SOTTILE
 
sistema sottile
Dentro ogni essere umano esiste un sistema di nervi e organi sensoriali che interpretano il mondo fisico che percepiamo attorno a noi. Allo stesso tempo,dentro di noi risiede un sistema sottile di canali (nadis) e centri di energia (chakras) che si occupano del nostro essere fisico, intellettuale, emozionale e soprattutto spirituale.



spirale segna paragrafo La Kundalini

La Kundalini è il potere del puro desiderio dentro di noi, un’energia spirituale materna che si trova allo stato dormiente alla base della spina dorsale nell’osso sacro. Il nome di quest'osso testimonia il fatto che le civiltà antiche sapevano che lì risiede appunto un’energia sacra. La Realizzazione del Sè è il risveglio della Kundalini. Dopo aver attraversato i sei chakra, che sbocciano come fiori lungo “l'albero della vita”, il canale centrale, situato nella colonna vertebrale, emerge alla sommità del capo (zona dell’osso della fontanella) come una delicata “fontana” rinfrescante. Anche la parola fontanella mostra l’antica conoscenza di questo fenomeno della Realizzazione del Sè.

natura
Sgorga festosa l’argentea ninfa
e s’incammina verso la sua meta
seguendo l’antica e invisibile traccia.
Scende dall’ossuto monte, testimone del tutto.
Solca la scoscesa valle condizionata dall’uomo.
Torbido è il suo cammino attraverso la nebbia.
Ma, come l’amore alla Madre che abbraccia l’universo
l’attira l’oceano... e ridiventa purezza.


La Realizzazione del Sè è stata sempre l’obiettivo ultimo di tutte le tradizioni spirituali del mondo, ma era estremamente difficile da ottenere nel passato. Ora è diventato un fenomeno di massa realizzato senza sforzo grazie a Sahaja Yoga, che è l’inestimabile regalo di Shri Mataji all’umanità. Come afferma Shri Mataji, “la Realizzazione del Sè è il primo incontro con la Realtà”. “La Madre è dentro di noi, nei nostri cuori e se viene risvegliata, si occuperà di noi. Ci darà tutta la protezione necessaria. E non vi è nulla di cui aver paura”.
“La Kundalini vi cura, vi migliora, vi concede tutte le benedizioni. Vi allontana dalle preoccupazioni più grossolane”, dice Shri Mataji.

La manifestazione dell’energia Kundalini è denominata vibrazioni, che è una traduzione approssimativa del termine sanscrito Chaitanya. Come afferma Shri Mataji, “Chaitanya (vibrazioni) è la forza integrata dei vostri Sè fisiologici, mentali, emozionali e religiosi”.


spirale segna paragrafo La consapevolezza vibratoria

Attraverso Sahaja Yoga e il risveglio della Kundalini, si acquisisce una nuova consapevolezza chiamata “Consapevolezza Vibratoria” che ci consente, attraverso il sistema nervoso centrale, di conoscere lo stato del nostro Corpo Sottile, un sistema di energia che è responsabile del funzionamento del nostro essere a livello fisico, mentale, emozionale e spirituale.

shri mataji vibrazioni
La Kundalini non solo ci dà questa percezione ma nutre il Corpo Sottile e corregge i nostri blocchi, con conseguente miglioramento della salute fisica, mentale ed emozionale. I centri di energia vengono riattivati ed equilibrati per ristabilire un’armonia con la natura e con gli altri.
C. G. Jung aveva intuito che questa esperienza avrebbe elevato la coscienza individuale al livello della coscienza collettiva. Infatti, attraverso Sahaja Yoga si sviluppa uno stato di consapevolezza collettiva che consente non solo di diagnosticare e curare i propri problemi e blocchi ma anche quelli degli altri e in tal modo promuovere il loro benessere.


spirale segna paragrafo I canali (Nadis) e i chakras

sistema sottile
Il canale sinistro, Ida Nadi, (blu) corrisponde al nostro passato, alle nostre emozioni, desideri e affettività. La sua terminazione è il superego, che è il magazzino di tutti i nostri ricordi, abitudini e condizionamenti.
Il canale destro, Pingala Nadi (giallo) corrisponde alle nostre azioni e al nostro pianificare, alle nostre attività fisica e mentale. La sua terminazione è l’ego, che ci dà l’idea della nostra identità individuale, che ci fa sentire di essere separati dal mondo, di essere entità singole sconnesse da tutto quanto è intorno a noi.
Quando questi due canali (quello di sinistra o del desiderio e quello di destra o dell’azione) sono in equilibrio, si sviluppano in noi la gioia e la pura attenzione.
Il canale centrale, Sushumna Nadi, è il canale dell’ascesa, è il potere che sostiene la nostra evoluzione e che ci guida, consciamente o inconsciamente, verso la consapevolezza più elevata del Sahasrara (il settimo chakra).

I chakras, dal sanscrito “ruote” sono dei vortici di energia che si vengono a creare lungo la colonna vertebrale in corrispondenza di alcuni organi (anahat = cuore, vishuddi = tiroide etc.). Nel nostro corpo sottile troviamo sette chakras e per ognuno di essi è possibile indicare delle qualità, come il perdono, la compassione, l’equilibrio, la purezza, l’innocenza e regolano il funzionamento degli organi a cui sono legati.

diwali
I processi attraverso cui avviene la Realizzazione del Sé e gli aspetti sottili dei chakra e dei canali sono troppo vasti per essere spiegati qui. Fanno parte di una conoscenza che non va solo studiata a un livello mentale, ma soprattutto sperimentata direttamente. Questo nuovo livello di consapevolezza può essere raggiunto dopo la Realizzazione del Sé, attraverso la pratica regolare delle tecniche di meditazione di Sahaja Yoga, che sono insegnate, sempre gratuitamente, in oltre 120 Paesi nel mondo e, ovviamente, anche in Italia ed in Sicilia › trova i nostri corsi
 
spacer spacer spacer  
2011 © Associazione Sahaja Yoga Sicilia - cortile Gesù e Maria 1, Palermo - info@sahajayogasicilia.it
spacer
go to home go to home