sahaja yoga sicilia go to home
spacer HOME spacer Cos'è Sahaja Yoga spacer Il sistema sottile spacer Shri Mataji spacer Benefici di Sahaja Yoga spacer I nostri corsi spacer
spacer
 
:: Cos'è SAHAJA YOGA
 
onda
L’uomo, nella sua ricerca, fugge dal proprio essere, dal proprio Sè, che è la vera fonte di ogni gioia: cerca sicurezza solo all’esterno di se stesso. L’uomo cerca la gioia nel denaro, nelle proprietà materiali, nel potere, nell’amore egoista oppure in forme di fanatismo religioso che, ugualmente, lo attirano al di fuori di sè.

Cosa si deve fare per interiorizzare la propria la propria attenzione, per raggiungere la conoscenza delle radici della vita?



shri mataji
spirale segna paragrafo L’avvento di Sahaya Yoga

In una terra antichissima, l’India, una donna, Shri Mataji Nirmala Devi, è riuscita ad attivare un sottile processo evolutivo denominato Sahaja Yoga: Saha vuol dire “con”, ja significa “nato” (nato con, spontaneo) e yoga vuol dire “Unione con il tutto”.

Si tratta del risveglio a livello di massa di un’Energia Primordiale che risiede dentro di noi e ha il potere di farci percepire la parte più nascosta del nostro essere, il nostro "corpo sottile”, il nostro Sé. Si realizza così quella spontanea e gioiosa unità con l’Energia Cosmica, con l’Inconscio collettivo di Jung, che ci consentirà di riassemblare tutti i nostri frammenti.


spirale segna paragrafo La realizzazione del Sé?

natura
Ma come potrà mai avvenire un simile evento? Questa profonda trasformazione si determina attraverso il risveglio di una energia sottile, la Kundalini (dal sanscrito Kundal - spirale), che risiede, allo stato latente, nell’osso Sacro di ogni essere umano. Essa è il riflesso in ciascuno di noi dell’Energia Primordiale, è la nostra personale Madre spirituale. La Kundalini ha il potere di nutrire, illuminare, riequilibrare, al suo passaggio, un complesso sistema di canali "sottili" (Nadi) e centri energetici (Chakra) che forniscono, a loro volta, energia ai nostri organi e controllano allo stesso tempo anche le nostre funzioni psichiche e spirituali.

Quando la Kundalini viene risvegliata, si solleva attraverso il canale centrale della spina dorsale fino all’osso della fontanella: a questo punto avviene lo Yoga (Unione) che si manifesta sotto forma di una brezza fresca che fuoriesce dalla sommità della testa. Si stabilisce così la connessione dell’essere umano con il Tutto, con l’Energia Cosmica. Tale connessione ci fa sentire lo Spirito dentro di noi, e ci consente di realizzare un processo di espansione della nostra consapevolezza, attraverso il quale riusciamo a decodificare sulle nostre mani lo stato energetico dei nostri chakra. Questa esperienza è il segno tangibile della avvenuta Realizzazione del Sé.


spirale segna paragrafo Doni della realizzazione del Sé

shri mataji
La connessione con l’Energia Cosmica, che percepiamo sotto forma di Chaitanya (vibrazioni), crea nella nostra mente una condizione di silenzio e di pace che ci permette di sperimentare uno stato di consapevolezza al di là del pensiero, che in sanscrito viene chiamato Nirvichara Samadhi.

L’attività mentale rallenta, le ansietà si placano, la tensione muscolare si dissolve, si entra in uno stato di completo benessere psicofisico. L’esperienza della Realizzazione del Sé, una volta stabilizzata mediante la pratica regolare della meditazione e l’uso di tecniche specifiche, determina una reale trasformazione psicologica: i soggetti iperemotivi, facilmente condizionabili, tendenti alla depressione, così come quelli iperattivi, dominanti e tendenti ad una eccessiva pianificazione, tutti possono raggiungere il loro equilibrio interiore, sviluppare una maggiore serenità nelle relazioni interpersonali, investire nuove energie nelle attività professionali e sociali, realizzare il proprio progetto di vita, diventare ciascuno maestro di se stesso. Con Sahaja Yoga questa esperienza è disponibile per tutti. È semplice, ed essendo un processo vivente, avviene spontaneamente, senza sforzi.

Questo evento rappresenta l’inizio di un processo di trasformazione e di crescita in una dimensione di coscienza e consapevolezza che permette di realizzare la nostra più alta potenzialità e di provare l’esperienza di profonda pace e gioia che risiede all’interno di ognuno di noi. Questa è la “Realizzazione del Sè”, attraverso la quale possiamo finalmente conoscere la nostra vera natura.

shri mataji
Nel 1970 Shri Mataji ha sviluppato un sistema per mezzo del quale non solo le è stato possibile risvegliare spontaneamente l’energia sottile della Kundalini, ma anche far sì che lo stesso processo potesse essere attuato di persona in persona, in tutto il mondo, anche a livello di massa. Come una candela accesa può facilmente accenderne un’altra, ogni persona con la Kundalini risvegliata può trasmettere questa esperienza agli altri. L’unica condizione essenziale per riceverla, è avere il desiderio sincero di gioire del proprio vero Sé.


Per approfondire:

:: Attività Internazionali di Sahaja Yoga
 
spacer spacer spacer  
2011 © Associazione Sahaja Yoga Sicilia - cortile Gesù e Maria 1, Palermo - info@sahajayogasicilia.it
spacer
go to home